Ricordo di Rita Levi Montalcini (1909-2012)

Schermafbeelding 2014-01-04 om 12.46.35

Lunedì 22 aprile 2013 Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la Medicina nel 1986 per la scoperta del fattore di crescita delle cellule nervose conosciuto come NGF (Nerve Growth Factor), avrebbe compiuto 104 anni.

UNA VITA DA NOBEL. RICORDO DI RITA LEVI-MONTALCINI: 22 aprile 2013: giornata di commemorazione di Rita Levi-Montalcini; Ebri Fondation – Rita Levi-Montalcini Institute
SAPIENZA UNIVERSITA’ DI ROMA – CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE – ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ :

Levi-Montalcini

“…ringrazio molto quanti contribuiscono all´attività svolta dall´istituto
EBRI per la scienza italiana.
Sono veramente molto grata a tutti coloro che si rendono conto di quanto stiamo facendo per la scienza, che mai è stata così utilmente portata avanti.
Grazie infinite…”
Rita Levi Montalcini

In sintonia a quell’”elogio dell’imperfezione” (tra l’altro, titolo del libro scritto all’indomani dell’assegnazione del Nobel) inteso come inesauribile molla di curiosità, stimolo costante a superare sé stessi, che ha permesso a Rita Levi Montalcini di dimostrare l’intrinseca dinamicità biologica del sistema nervoso; ma anche di gettare le basi di quella biofarmacologia di modulazione conosciuta con l’acronimo ALIA (“Autacoid Local Injury Antagonism”), capace di lenire infiammazione, dolore e prurito nel pieno rispetto dei meccanismi protettivi selezionati dalla Natura. Quella coscienza, infine, dell’imperfezione che sul piano sociale ha portato la grande Scienziata a spendersi anche per l’affermazione di un patrimonio di valori fondanti il nostro stesso futuro.

Source

Rita Levi Montalcini nasce il 22 aprile 1909 a Torino, insieme a sua sorella gemella Paola.
Si laurea in medicina all’Istituto di Anatomia Umana dell’Università di Torino con il Prof. Giuseppe Levi. Sin dai primi anni dell’università si dedica allo studio del sistema nervoso.

Prof. Rita Levi-Montalcini

Prof. Rita Levi-Montalcini

Nel 1938 la proclamazione delle leggi razziali le vieta di continuare i propri studi all’università. Questo non le impedisce di continuare i propri studi sui meccanismi della differenziazione del sistema nervoso prima in Belgio e poi di nuovo a Torino nel 1940, in un piccolo laboratorio privato.
Durante l’occupazione tedesca, lei e la sua famiglia trascorrono un periodo a Firenze per nascondersi dai nazisti, ma rimandendo in costante contatto con i dirigenti del Partito d’Azione.

Su invito del Prof. Viktor Hamburger nel 1947 si trasferisce negli Stati Uniti alla Washington University di St Louis nel Missouri, per continuare le ricerche iniziate a Torino e per insegnare neurobiologia. Nel 1952 si reca in Brasile per continuare i propri esperimenti di cultura in vitro, presso l’Istituto di Biofisica dell’Università di Rio de Janeiro, ospite del direttore Prof. Carlo Chagas.

Gli esperimenti effettuati in Brasile nel dicembre 1952 portano all’identificazione del fattore di crescita delle cellule nervose (Nerve Growth Factor, acronimo NGF). In seguito al suo ritorno a St. Louis nell’inverno 1953, viene affiancata nella ricerca dal giovane biochimico Stanley Cohen. Insieme, usando il sistema in vitro ideato da Rita Levi Montalcini, effettuano la prima caratterizzazione biochimica del fattore di crescita.

Questo lavoro viene premiato con il premio Nobel per la Medicina nel 1986.

Nel 1969 si stabilisce definitivamente in Italia per assumere la direzione dell’Istituto di Biologia Cellulare del CNR a Roma, al quale tuttora dedica parte del suo tempo. Dal 1983 al 1998 ha diretto l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, inoltre è membro delle più prestigiose accademie scientifiche, come l´Accademia Nazionale dei Lincei, l´Accademia Pontificia, l´Accademia delle Scienze, the National Academy of Sciences negli USA e la Royal Society.

E’ presidente della Fondazione Rita Levi-Montalcini Onlus, che finanzia borse di studio a sostegno dell’istruzione di donne africane.

Nel 2001 è stata nominata senatrice a vita dal Presidente della Repubblica.

Nel 2002 ha fondato l’EBRI di cui è stata Presidente fino alla sua scomparsa, avvenuta il 30 dicembre 2012, all’età di 103 anni.

Source

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: