PALMITOILETANOLAMIDE NEL MANAGEMENT DELLA DERMATITE ATOPICA DEL CANE. STUDIO RANDOMIZZATO, IN DOPPIO CIECO, CONTROLLATO VERSUS PLACEBO

Conclusioni.

Per quanto ci è dato sapere, questo è il primo studio che valuta l’efficacia della PEA nel trattamento della CAD ad insorgenza spontanea, in presenza o assenza di concomitante CAFR. In particolare, abbiamo dimostrato un effetto statisticamente significativo della PEA sull’eritema, un noto marker di infiammazione cutanea acuta. La mancanza di ef- fetto su lichenificazione, escoriazione e punteggio totale CADESI potrebbe essere correlata alla scarsa gravità dei segni al momento dell’inclusione. Ciò, a sua volta, potrebbe essere riconducibile alla riluttanza del proprietario a trattare il proprio ca- ne con placebo, anche se solo per metà dello studio. Alternativamente, è possibile ipotizzare che la mancanza di effetto della PEA sulle suddette lesioni dipenda dalla loro cronicità: potrebbero essere necessari periodi di trattamento più lunghi per evi- denziarne il miglioramento, così come discusso in precedenza da altri Autori7. È anche necessario sottolineare che, nel corso dello studio, non erano ammessi trattamenti antibiotici o antifungini.

I dati sulla tollerabilità, ottenuti dal presente studio, confermano la sicurezza della PEA. Concludendo, possiamo affermare che la PEA può essere utilmente impiegata nel trattamento delle forme lievi di CAD. Si ren- dono necessari ulteriori studi in soggetti con forme medio-gravi.

PALMITOILETANOLAMIDE (PALMIDROL, INN) NEL MANAGEMENT DELLA DERMATITE ATOPICA DEL CANE.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: