Glossario Il dolore cronico

Per raggiungere un’omogeneità culturale è indispensabile un’omogeneità linguistica; per tale motivo si riportano le definizioni dei termini più frequentemente collegati alle patologie dolorose che ne precisano anche i caratteri clinici.

Allochiria

Falsa localizzazione dello stimolo che applicato su una zona del corpo viene percepito sia in quella che in altra sede.

Allodinia

Dolore provocato da uno stimolo fisiologico normalmente non doloroso.

Analgesia

Assenza della percezione dolorosa.

Anestesia

Assenza della percezione sensoriale agli stimoli tattili, termici e dolorosi. Anestesia dolorosa: Dolore in un’area o zona che è in condizioni di anestesia (temporanea o permanente).

Disestesia

Sensazione abnorme, sgradevole, penosa, spontanea o provocata, in un determinato distretto corporeo.

Iperalgesia

Esagerata risposta, di tipo doloroso, a uno stimolo algico.

Iperestesia

Esaltata sensibilità agli stimoli tattili e termici. Per tale motivo si associa caratteristicamente all’iperalgesia e all’iperpatia.

Iperpatia

Aumentata risposta a uno stimolo specialmente se ripetitivo. Il dolore è avvertito con un certo ritardo e tende a diffondere oltre la sede di applicazione dello stimolo e a permanere nel tempo. Si differenzia dall’iperalgesia per il fatto che la soglia del dolore è abbassata.

Ipoalgesia

Diminuzione della sensibilità a stimoli dolorifici.

Ipoestesia

Diminuzione della sensibilità periferica. Parestesia: Sensazione abnorme, non sgradevole, descritta come formicolio, prurito, puntura, pulsazione ecc. Si ha una falsa interpretazione dello stimolo con un cambiamento della sua qualità, per cui uno stimolo tattile, termico o pressorio determinano dolore. C’è una perdita di specificità della modalità sensoriale (da non dolorosa a dolorosa). Esempio classico lo strisciamento delicato della cute con elementi fisici (o anche le variazioni di temperatura ambientali quali il vento), che dovrebbe evocare solo sensazioni tattili, determina una sensazione dolorosa.

Si suddivide in iperalgesia primaria – il dolore è evocato nella sede dove si applica lo stimolo algido – e iperalgesia secondaria – caratteristica della zona che circonda l’iperalgesia primaria, zona che, se anche è infiltrata con anestetico, suscita comunque una risposta dolorosa.

Il dolore cronico
in Medicina Generale
Ministero della Salute

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: