La palmitoiletanolamide (PeaVera e PEA compresse) rappresenta una rivoluzione nel trattamento del dolore

Rita Levi-Montalcini discovered PEA's mechanism of action via the mast cells

Rita Levi-Montalcini discovered PEA’s mechanism of action via the mast cells

La palmitoiletanolamide (PeaVera, Pea compresse) rappresenta una rivoluzione nel trattamento del dolore. Si tratta di un efficace analgesico naturale, senza effetti collaterali. La sua azione è stata documentata in molte centinaia di articoli scientifici. Il suo meccanismo è stato scoperto dalla professoressa Rita Levi Montalcini, premio Nobel per la medicina.

Normast e PeaVera è stata classificata dal Ministero della Salute italiano come alimento dietetico per fini medici. La PEA penetra nelle cellule dell’organismo, in una parte speciale del nucleo cellulare, che si chiama recettore nucleare, su cui esercita un’azione positiva. Prima che il recettore nucleare possa ridurre il dolore e la reazione antinfiammatoria nell’organismo, devono aver luogo alcune azioni biologiche, il che richiede a volte alcune settimane. Il dolore dovuto all’ernia è molto frequente. Per questo è stato condotto uno studio su oltre 600 pazienti con forti dolori alla schiena e alla gamba dovuti ad ernia e che sono stati trattati con PEA, mentre il gruppo di controllo è stato trattato con placebo. E’ risultato che la PEA ha un chiarissimo effetto, al pari del migliore analgesico per l’ernia, se non addirittura migliore.

Perché la PEA è un antidolorifico e antinfiammatorio naturale, è adatta per diversi tipi di dolore (PEA: rimedi naturali per infiammazione nervo sciatico). Sono stati condotti alcuni studi da cui risulta che la PEA risulta efficace in diversi tipi di dolori, come dolori neuropatici, dolori articolari alla mascella, dolori da artrosi, al polso e alla mani, dolori dovuti all’herpes zoster, dolori alla schiena e alle gambe.

Presso l’Istituto Olandese per il dolore neuropatico la PEA è stata somministrata con buoni risultati, soprattutto a pazienti con dolori dovuti a ernia, diabete e dopo un ictus, dolori successivi a una lesione alla spina dorsale, a sclerosi multipla e a diverse forme di polineuropatia, fino alla neuropatia a fibre sottili.

Come ormai più volte confermato in diversi sistemi cellulari, la PEA viene sintetizzata e rilasciata in seguito a danni attuali o potenziali. Lo si è dimostrato nei leucociti e nei macrofagi stimolati, nelle cellule epidermiche di topo in seguito a vari tipi di stress, nella cute infiammata o interessata da dolore neuropatico, in neuroni corticali come risposta all’aumento sperimentale della concentrazione intracellulare di calcio e, molto recentemente, nella corteccia cerebrale di topo sottoposta ad ischemia focale.

Aumenti di PEA sono stati inoltre riscontrati nel plasma di soggetti affetti da Low Back Pain in seguito a manipolazioni osteopatiche e nelle biopsie di pazienti con colite ulcerosa. Sulla base di questi risultati, si è ipotizzato che la produzione cellulare di PEA in risposta a un danno possieda un importante significato protettivo.

Una panoramica generale con tutti gli studi clinici riassunti

Una panoramica generale con tutti gli studi clinici riassunti: Keppel Hesselink,, J.M. 2012. New Targets in Pain, Non-Neuronal Cells, and the Role of Palmitoylethanolamide. Open Pain Journal 5: 12-23

E un articolo con le esperienze dei pazienti olandesi che avevano diversi tipi di dolore e che sono trattati con PEA:

Keppel Hesselink,, J.M. 2012. Therapeutic utility of palmitoylethanolamide in the treatment of neuropathic pain associated with various pathological conditions: a case series Journal of Pain Research 5:437 – 442 .

http://rossatomassimo.net/categorie/lombalgia-cervicobrachialgia/palmitoiletanolamide

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: