TUNNEL CARPALE NEL PAZIENTE DIABETICO. MIGLIORAMENTO CLINICO ED ELETTROFISIOLOGICO DOPO TRATTAMENTO CON PALMITOILETANOLAMIDE

34° Congresso Nazionale AISD – Le nuove frontiere della medicina del dolore • Riccione 29-31 maggio 2011: p.8

TUNNEL CARPALE NEL PAZIENTE DIABETICO

MIGLIORAMENTO CLINICO ED ELETTROFISIOLOGICO
DOPO TRATTAMENTO CON PALMITOILETANOLAMIDE
ASSINI A., LARICCHIA D., PIZZO R., BELLETTI M.,
PANDOLFINI L., FRENDO C., PARODI C.I., RATTO S.
SSC di Neurofisiopatologia, E.O. Ospedali Galliera, Genova

INTRODUZIONE La Sindrome del Tunnel Carpale (STC) è la più frequente neuropatia focale: secondo l’American Academy of Neurology circa 1 persona su 10 è a rischio di svilupparla durante la vita. Il meccanismo eziopatogenetico più comunemente accettato per la STC idiopatica è l’aumento di pressione nel tunnel carpale. Questo aumento può essere provocato o peggiorato da movimenti ripetitivi e forzati delle mani. La palmitoiletanolamide (PEA) è una sostanza endogena che appartiene alla classe delle fatty acid amides. Molti studi hanno dimostrato che la somministrazione di PEA è in grado esplicare effetti antiinfiammatori ed analgesici in molti modelli sperimentali. Gli studi clinici hanno evidenziato l’efficacia terapeutica della molecola anche in situazioni associate a dolore neuropatico. L’effetto della PEA nelle neuropatie periferiche sembra essere associato ad un recupero dei parametri elettrofisiologici. L’obiettivo del presente studio è stato, pertanto, di confermare i benefici clinici ed elettrofisiologici della PEA in pazienti diabetici affetti da STC.

Quaranta pazienti diabetici di età compresa tra 51 e 79 anni affetti da STC di grado lieve (17) e moderato (23) e in compenso glicometabolico sono stati assegnati casualmente a due gruppi di uguale numerosità, uno trattato con PEA e l’altro non trattato (Controllo). I pazienti del gruppo PEA hanno ricevuto 1200 mg di PEA micronizzata in due somministrazioni/die per due mesi. L’esito del trattamento è stato effettuato utilizzando la VAS ed il questionario Boston Carpal Tunnel per la valutazione clinica; inoltre, sono state determinate la latenza distale motoria, la velocità di conduzione sensitiva e l’ampiezza del potenziale sensitivo del nervo mediano come parametri elettrofisiologici. Tutte le valutazioni sono state effettuate al basale (T0 – fase di reclutamento) e dopo 1 (T1) e 2 (T2) mesi di trattamento. I dati ottenuti sono stati sottoposti all’analisi della Varianza (ANOVA) per misure ripetute.

RISULTATI Le valutazioni cliniche ed elettrofisiologiche effettuate al T0 sono risultate non statisticamente differenti nei due gruppi analizzati. Nei tempi successivi, sia i parametri clinici che elettrofisiologici sono risultati differenti nei due gruppi. In particolare, l’intensità del dolore, valutata con la VAS, e la severità della sintomatologia e dello stato funzionale, valutati mediante il “Boston Carpal Tunnel” Questionario sono risultate significativamente ridotte nel gruppo trattato con PEA (p<0,0001) vs il gruppo controllo. L’effetto della PEA è evidente a T1, ed aumenta progressivamente nel tempo. Il miglioramento clinico con PEA è associato ad un miglioramento di tutti i parametri elettrofisiologici. In generale, l’andamento delle medie dei valori attribuiti appare differente nel gruppo trattato rispetto al gruppo controllo e si modifica differentemente nel tempo. L’ANOVA ha evidenziato che la risposta è influenzata dal livello di severità della patologia mentre l’età e il sesso del paziente influenzano solo alcuni dei parametri considerati.

CONCLUSIONI I risultati ottenuti dimostrano che il trattamento di pazienti diabetici con 1200 mg/die di PEA micronizzata è associato ad un eccellente miglioramento clinico ed elettrofisiologico dei pazienti diabetici con STC di grado lieve-moderato. Queste evidenze confermano che la PEA può rappresentare una nuova e valida alternativa ad altre strategie terapeutiche di questa sindrome da intrappolamento.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: