La palmitoiletanolamide: una sostanza endogena, un efficace trattamento della sintomatologia dolorosa per le donne affette da endometriosi

PEA-molecule structure

La palmitoiletanolamide (PEA) è una sostanza endogena appartenente alla famiglia delle N-aciletanolamine (NAEs), in grado, sia nell’animale da esperimento che nell’uomo, di controllare efficacemente l’infiammazione neurogenica tissutale, la neuro-infiammazione spinale, il dolore nocicettivo e il dolore neuropatico e tutti fenomeni conseguenti a eccessiva de- granulazione mastocitaria tissutale.

La PEA si è dimostrata attiva in numerosi modelli sperimentali di infiammazione sia di natura immunogenica che neurogenica, ed è in grado di inibire l’extravasazione plasmatica, l’edema e l’eritema, tipici aspetti dell’infiammazione.

Il trattamento con PEA ha mostrato effetti statisticamente significativi (P<0,01) anche per quanto riguarda la dispareunia. La numerosità del nostro campione (24 pazienti), non essendo particolarmente dissimile rispetto all’unico studio precedentemente condotto 20, consente di confermare gli effetti positivi sul dolore associato all’atto sessuale.

Il presente studio pilota nasce dal crescente bisogno di un efficace trattamento non invasivo della sintomatologia dolorosa per le donne affette da endometriosi e, dunque dalla volontà di migliorare la qualità della vita delle pazienti che afferiscono al centro accademico (Università degli Studi di Ferrara).

L’impiego della PEA ha mostrato una riduzione statisticamente significativa (P<0,05) del consumo di analgesici.

Gli autori hanno concluso con:

“Risultati statisticamente significativi sono stati riscontrati in relazione alla riduzione del dolore pelvico, alla dismenorrea e alla dispareunia rispetto alla prima valutazione delle pazienti portando ad un miglioramento globale della qualità della vita. I risultati sulla disuria e sulla dischezia sono risultati invece statisticamente non significativi (P>0,05). È stata, inoltre, osservata una riduzione nel consumo mensile di farmaci antinfiammatori non-steroidei (FANS). Conclusioni. Il trattamento con PEA per cicli di 3 mesi può rappresentare un’efficace integrazione alla terapia farmacologica analgesica nella gestione del dolore pelvico legato all’endometriosi.”

G. LO MONTE, I. SOAVE, R. MARCI: Utilizzo della Palmitoiletanolamide micronizzata (PEA)-transpolidatina nel trattamento del dolore pelvico cronico in donne affette da endometriosi: risultati preliminari. MINERVA GINECOL 2013;65:453-63

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: